Centrale nucleare Fukushima stabilizzata

16 dicembre 2011 12:490 commentiDi:

La centrale nucleare di Fukushima Dai-ichi ha raggiunto un livello stabile di ‘arresto a freddo’, ciò non darà più corso a fughe radioattive, ha annunciato, oggi, venerdì, il primo ministro giapponese Yoshihiko Noda.

“I reattori della centrale nucleare Fukushima Dai-ichi hanno raggiunto un livello di arresto a freddo„, ha dichiarato Noda nel corso di una riunione del governo. Questa dichiarazione segna una tappa importante nella crisi nucleare causata dallo tsunami dell’11 marzo, che aveva danneggiato tre reattori della centrale, l’incidente nucleare peggiore della storia, dopo quello di Tchernobyl.

Dopo nove mesi dal disastro, la temperatura delle strutture dei reattori dell’impianto nucleare sarebbe stabile sotto i 100 gradi Celsius e le emissioni radioattive sotto controllo.

Si tratta ora, secondo la seconda tappa del piano governativo, di collocare fuori servizio la centrale, una questione che dovrebbe intervenire in un periodo di circa trent’anni.


Adesso, le autorità devono decidere se poter autorizzare gli abitanti della zona che circoscrive la centrale, a rientrare o meno, benché un perimetro di 20 km intorno a Fukushima rimarrà interdetto per molti anni. Oltre 100.000 persone erano state evacuate dopo il disastro.

L’arresto a freddo sta a significare che il sistema di raffreddamento del reattore è sotto pressione atmosferica ed il cuore del reattore è posto ad una temperatura al di sotto dei 100 gradi celsius, rendendo impossibile qualsiasi reazione a catena.

Secondo Tepco, la società che sfrutta la centrale, i livelli della temperatura all’interno dei reattori mostrano che i serbatoi in pressione sono a 70 gradi. Il livello di radiazione individuato nella centrale è ormai di uno, o meno di uno millisievert all’anno, l’equivalente del limite legale, prima della crisi.

Articolo correlato: Giappone nuova fuga radioattiva a Fukushima

Ultimo aggiornamento 16 dicembre 2011 ore 13,49






Tags:

Lascia una risposta