Con 1 ora di pedalata questa cyclette “ricarica” tutta la casa

Unire il fitness alla gestione intelligente ed efficiente dei consumi: l’invenzione di un prodotto che potesse abbinare entrambe le cose – importantissime – viene da un miliardario americano di nome Manoj Bhargava, che ha sviluppato e realizzato una cyclette in grado di fornire energia elettrica a tutta la casa con 1 ora solo di pedalata. Al vertice motivazionale di questo progetto l’urgenza e la necessità di avere energia pulita, e di raccogliere una sfida che riguarda 7 miliardi di persone nel mondo, aiutando le persone che hanno meno. 

Sono circa un centinaio gli ingegneri che stanno lavorando allo Stage 2 Innovations Lab di Detroit nel tentativo di produrre energia pulita per il maggior numero possibile di persone nel pianeta. Dopotutto, se vi dicessimo che 1 ora di cyclette è sufficiente a risolvere tutti i problemi della vostra abitazione dal punto di visto dell’energia elettrica che cosa direste? Dove bisogna firmare per acquistare questo preziosissimo oggetto che, peraltro, fa bene anche al fisico?

Questa innovativa e ipermoderna cyclette domestica si chiama Free Electric e non ha bisogno di utilizzare pannelli fotovoltaici o micropale eoliche: basta semplicemente la forza cinetica per effettuare la conversione in energia elettrica.

Free Electric sarà sicuramente testata in India prima di avviarsi verso il percorso della commercializzazione mondiale: l’India ovviamente non è un Paese a caso scelto tra tanti altri, ma è un Paese dove vivono moltissime persone e soprattutto dove l’energia elettrica non arriva in tutte le abitazioni. Pertanto l’India si presenta come trampolino di lancio per Free Electric, specialmente per valutare la sua efficienza e il suo funzionamento.

Se volete saperne di più, vi consigliamo di premere Play sul video che vi proporremo di seguito: è un documentario in lingua inglese di 43 minuti circa – potete attivare l’opzione sottotitoli – che si chiama Billions in Change e che vi spiegherà come cambiare il mondo sia ancora possibile.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *