Marea nera BP paga costruzione isole artificiali

marea nera

La compagnia petrolifera BP ha annunciato oggi, che si impegnerà a pagare totalmente il costo per la costruzione di sei  isole artificiali, atte a proteggere lo stato della Louisiana, dal flusso di petrolio, che fuoriesce dalla piattaforma sottomarina nel Golfo del Messico, per un totale di 360 milioni di dollari .

BP appoggia pienamente la decisione del governo statunitense di procedere con la realizzazione di sei parti di isole artificiali,  ha comunicato un portavoce del gigante petrolifero, aggiungendo che il gruppo finanzierà circa 360 milioni di dollari, ossia l’ammontare della cifra che occorrerà per tali opere. 

BP non ha alcuna intenzione di dirigere personalmente i lavori di costruzione, tantomeno vuole assumersi le responsabilità delle eventuali conseguenze involontarie che potrebbero scaturirne dal progetto, riferisce una nota del gruppo. 

BP è impegnata ad attuare misure più efficaci per proteggere la costa della Louisiana e sta tentando l’impossibile, per ridurre l’impatto dell’inquinamento da idrocarburi nel Golfo del Messico, tuttavia collaborerà al nuovo progetto delle isole artificiali. 

“Non vediamo l’ora di dare il via ai lavori di questo nuovo programma”,  ha assicurato Tony Hayward, amministratore delegato di BP. 

Il governo federale e lo Stato della Louisiana hanno considerato che la realizzazione delle isole artificiali è  una risposta che dovrebbe rivelarsi immediata ed efficace per arginare la perdita.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *