Home / Ambiente / Provincia più vivibile in Italia
Nell'ultima classifica stilata dal "Sole 24 ore" riguardo la qualità della vita nelle province italiane Bologna è risultata la prima della classe mentre la maglia nera è andata alla provincia di Foggia. L'indagine ha riproposto il divario esistente, in quanto a vivibilità, tra il nord e il sud del bel paese.

Provincia più vivibile in Italia

La 22esima edizione dell’indagine del “Sole24ore”dedicata alla qualità della vita nelle 107 province italiane ha conferito quest’anno la corona di “città più vivibile d’Italia” all’affascinate capoluogo emiliano: Bologna. La ricerca, condotta dal quotidiano da molto tempo a questa parte ormai,  si basa su sei aree tematiche principali:  Tenore di vita, Affari e lavoro, Servizi-ambiente-salute, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo libero. Ognuna di queste è suddivisa a sua volta in 36 parametri, e al risultato finale vi si arriva facendo il calcolo dei voti ottenuti per ogni parametro e per ogni area analizzata.

Ottimi risultati anche per le altre provincie dell’Emilia Romagna Piacenza, Rimini e Ravenna che si piazzano al primo posto in 3 delle sei macroaree che costituiscono la ricerca:  Ravenna  nel settore Affari e lavoro, Piacenza in quello della  Popolazione  mentre Rimini è la regina indiscussa del Tempo libero. Sul fronte del divertimento infatti la provincia romagnola non teme rivali e per il terzo anno consecutivo predomina nel settore, distanziandosi molto della seconda, che stavolta è Firenze, mentre nel 2010 il titolo era andato a Trieste, ora dodicesima.

Mentre per quanto riguarda il resto del bel paese la classifica risulta spaccata in due e sembra sottolineare il perenne divario esistente tra Nord e Sud. Infatti se nella prima metà della lista troviamo solo città del settentrione come Trieste e Treviso che spiccano rispettivamente per Servizi e Tenore di vita, nella seconda metà è il meridione a chiudere tristemente la lista con la provincia di Foggia, ultima in assoluto nel settore Ordine Pubblico. Il Sud ha la sua rivincita solo con Oristano che si aggiudica il miglior risultato nel settore Ordine Pubblico grazie al bassissimo indice riguardo la microcriminalità e le truffe.