Quinto conto energia nuove regole dal 27 agosto

23 luglio 2012 15:300 commenti

Il 27 agosto 2012 entreranno in vigore le nuove regole stabilite dal governo in tema di quota di stimolo alla produzione di energie rinnovabili. Tra le principali novità figura senza dubbio il taglio agli incentivi, che inizialmente saranno ridotti del 30% e successivamente verranno progressivamente tagliati fino al 50%.

Più nel dettaglio, il provvedimento approvato dai ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini e dal ministro dell’Agricoltura Mario Catania, prevede che a partire dal 1° gennaio 2013 ci sarà un aumento di soli 3 miliardi di euro rispetto ai 6 miliardi di euro previsti dalla normativa attuale, conosciuta come Quarto Conto Energia. In altre parole, dunque, saranno dimezzati gli incentivi rispetto alla quota attualmente prevista.


Contestualmente, tuttavia, è previsto un ampliamento del budget di spesa, per un totale di mezzo miliardo di euro all’anno, suddivisi tra fotovoltaico (200 milioni annui) e non fotovoltaico (300 milioni annui), nonché una semplificazione delle procedure per l’iscrizione ai registri, con un innalzamento della soglia di accesso che passa dai 12 ai 20 KW. In particolare, saranno esonerati dall’obbligo di iscrizione nel registro gli impianti fotovoltaici fino a 20 KW,  a fronte però di un abbassamento degli incentivi stessi (il 20% in meno di agevolazioni), gli impianti fotovoltaici integrati di ultima generazione, quelli a concentrazione e quelli su edifici e terreni della pubblica amministrazione.

Il Quinto Conto Energia è stato ampiamente criticato dagli addetti ai lavori, secondo cui le nuove norme sono estremamente penalizzanti e causeranno pesanti conseguenze per tutti gli operatori del settore fotovoltaico italiano.






Tags:

Lascia una risposta