Tempesta magnetica colpirà la Terra

10 agosto 2011 13:050 commenti

Questi ultimi giorni, due immense esplosioni si sono verificate sulla superficie del sole, lasciando presagire una possibile perturbazione elettromagnetica sulla Terra, abbastanza forte da compromettere le nostre reti di telecomunicazione.

A lanciare l’allarme è Joseph Kunches, scienziato presso il Centro di Previsione Climatica Spaziale, dopo avere osservato la fase esplosiva di questa tempesta magnetica. Secondo gli studiosi dell’Amministrazione Atmosferica e Oceanica Nazionale degli Stati Uniti (NOAA), altre tempeste di questo tipo sono previste nei prossimi mesi, da qui il rischio importante di perturbazione delle telecomunicazioni.

La tempesta magnetica in arrivo sulla Terra è provocata dal Sole, che in questi giorni è tornato nella sua fase di intensa attività.


Secondo gli esperti dell’osservatorio della Nasa SDO (Solar Dynamics Observatory) un secondo sciame di particelle liberato dalla stessa eruzione si starebbe dirigendo verso la Terra e potrebbe provocare nei prossimi giorni danni ai satelliti che si trovano in orbita alta.

Tempeste solari di questo tipo si manifesteranno più regolarmente e più intensamente da qui fino alla fine dell’anno 2013, dove sarà raggiunto il picco più elevato.

Non è la prima volta che si producono tali eruzioni solari, nel 1989, ad esempio, il Canada era stato toccato a tal punto che milioni di persone si erano ritrovate senza elettricità per lunghi periodi.

Articoli correlati: Il sole è inattivo il freddo durerà ancora per molti giorni, Minaccia arriva dal sole nel 2013, Il sole presto attaccherà la terra

Ultimo aggiornamento 10 agosto 2011 ore 15,10






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta