Terremoto in Nuova Zelanda 23 dicembre 2011

23 dicembre 2011 09:280 commentiDi:

Due potenti scosse telluriche con una magnitudo di 5,8 sulla scala Richther hanno colpito, a distanza di un’ora ciascuna, la città di Christchurch, nel sud della Nuova Zelanda, la seconda città del paese, che era stata già parzialmente distrutta nello scorso mese di febbraio da un violento terremoto.

Una prima scossa è stata registrata alle ore 13.58 (01.58 in Italia) ad una profondità di 4 km, quindi una seconda alle ore 15,18 (03.18 in Italia), alla stessa profondità. L’epicentro si è prodotto rispettivamente a 26 e a 16 chilometri da Christchurch, secondo l’Istituto di Geofisica americano (USGS).


Il primo intenso tremito di terra ha costretto gli abitanti, presi dal panico, a fuggire dalle loro abitazioni e dai centri commerciali affollati per le imminenti festività natalizie. Attualmente non si conosce ancora il bilancio dei danni a persone o cose. La tv di Stato ha solo annunciato che l’aeroporto internazionale era stato chiuso, mentre le comunicazioni telefoniche e l’ettricità erano state interrotte.

Il 22 febbraio scorso, un potente terremoto di magnitudo 6,3 aveva provocato la morte di 181 persone e distrutto una buona parte del centro della città, con danni materiali valutati in 20 miliardi di dollari neozelandesi.

I sismologi, lo scorso mese, avevano avvertito sull’imminenza di un nuovo sisma a Christchurch, valutato ad una potenza pari al 5,5 – 5,9.

I sismi che hanno avuto luogo in questi ultimi mesi hanno generato uno “stress permanente” tra gli abitanti di Christchurch, afferma il sindaco Bob Parker, al punto tale che la città venga gradualmente abbandonata dai cittadini.

La Nuova Zelanda, che è situata sulla Cintura del fuoco del Pacifico, ai confini delle placche tettoniche australiane e del Pacifico, registra fino a 15.000 scosse telluriche ogni anno.

Ultimo aggiornamento 23 dicembre 2011 ore 10,27






Tags:

Lascia una risposta