Wwf: il leopardo delle nevi ucciso dall’inquinamento in Tibet

Il leopardo delle nevi, una specie stupenda di felino parente del celebre felino che vive in Africa, ma dall’aspetto completamente diverso, rischia seriamente di scomparire. A lanciare l’allarme è stato il Wwf che in un rapporto sulle specie a rischio estinzione, quantifica in non più di 3000 gli esemplari di leopardo delle nevi che sono presenti al mondo.

L’elegante felino, che da anni viene monitorato dal Wwf e dalle autorità attraverso un sistema di rilevamenti satellitari che ha consentito di produrre centinaia di video e di immagini, starebbe pagando a caro prezzo il cambio di habitat come del resto, in altre parti del mondo, sta avvenendo agli orsi polari, ai pinguini ed ai fenicotteri andini.

Dopo centinaia di anni in cui l’equilibrio dell‘ecosistema che ospita il leopardo delle nevi è rimasto immutato, negli ultimi decenni lo scioglimento dei ghiacciai in Tibet, la patria del leopardo delle nevi, ha determinato una sovra produzione di acqua che ha compromesso l’equilibrio naturale. In particolare, come rilevato dal Wwf, dove prima erano presenti ghiacciai adesso c’è vegetazione sempreverde con il risultato che per cercare di sopravvivere in queste condizioni così avverse queste elegante felino è costretto a salire sempre più in alto tanto che oggi è quasi impossibile sperare di trovare un leopardo delle nevi al di sotto dei 4000 metri di altitudine. Ma neppure la corsa verso l’alto potrebbe bastare.

Chiaramente lo scioglimento dei ghiacciai non è un fenomeno spontaneo ma è quantomeno incentivato dall’effetto serra e dall’inquinamento. I comportamenti dell’uomo, quindi, sono alla base della concreta possibilità che un’altra rarissima specie animale possa definitivamente scomparire a causa della distruzione del suo habitat naturale che è rimasto immacolato per secoli e millenni prima del surriscaldamento globale che potrebbe portare la temperatura del pianeta a crescere di circa 3 gradi nei prossimi secoli.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *