Adolescente attaccato da uno squalo

18 agosto 2011 16:580 commentiDi:

Russia. Un ragazzo di 16 anni è stato attaccato, oggi, da uno squalo nella regione del Primiore nell’Estremo Oriente russo, l’adolescente ha riportato gravi ferite agli arti. Si tratta del secondo attacco da parte degli squali in soli due giorni sulle coste nord-ovest del mare del Giappone.

Sono aggressioni senza precedenti. Una sceneggiatura che sembra ripetersi in quelle acque dell’Oceano Pacifico, ieri anche un ragazzo di 25 anni è stato attaccato da un altro grosso squalo, che  gli ha strappato entrambe le braccia fino all’altezza del gomito, la terribile aggressione è avvenuta nei pressi di una spiaggia della baia di Teliakovski, nello stesso distretto della Russia.

Oggi, il portavoce del ministero russo dell’Unità di Crisi ed Emergenza ha così precisato all’AFP:  “L’adolescente di 16 anni ha riportato un’importante ferita alla coscia e le sue arterie sono state seriamente danneggiate. Il giovane è stato trasferito in un ospedale di Vladivostok, la principale città della regione.”


Secondo alcuni testimoni che hanno assistito alla scena, la grande creatura del mare, dal colore blu scuro e con i suoi quattro metri di lunghezza, circa, si aggirava nei pressi della spiaggia con la sua grande pinna e la sua angosciante andatura da film  “horror”.

Ma se gli squali vengono descritti come qualcosa di agghiacciante è la situazione ciò che maggiormente preoccupa, è la prima volta, infatti, che vengono censiti attacchi di questo genere nel Primorie, indicano le autorità che hanno posto il divieto di balneazione in tutta la regione.

Il ministero russo delle Situazioni di emergenza sta cercando di analizzare questi eventi insoliti, anche per il fatto che le coste Nord-Ovest del mar del Giappone pur essendo abitate da numerosi squali, questi non si erano mai spinti, fino ad ora, ad aggredire così brutalmente le persone.

Articolo correlato: Squalo a pochi metri dalla riva in Sardegna

Ultimo aggiornamento 18 agosto 2011 ore 18,55






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta