Home / Animali / Il cane della prateria

Il cane della prateria

cane della prateria
Il cane della prateria è un adorabile roditore importato dagli Usa, molto simile alle nostre marmotte europee, ma un pò più piccolo.

Vive negli Stati Uniti, in Canada e in Messico e il suo habitat si trova tra i 700 m e 1700 m di altitudine.

Questo animale è stato vittima di una distruzione massiccia, nel XX secolo erano presenti 5 miliardi di cani della prateria,  oggi ne sono sopravvissuti 5 milioni.

Da alcuni anni lo si ritrova sempre più spesso in Europa come animale da compagnia, ma attenzione,  l’unico esemplare legalmente detenibile è il Cynomys ludovicianus comunemente chiamato cane della prateria dalla coda nera.

Come riconoscere se è di sesso maschile o femminile: sotto il dorso nella pancia noterete due fori, nella femmina lo spazio tra i due buchi è minimo, nel maschio i due fori sono molto più distanziati.

Questo roditore è un animale socievole e la sua gabbia deve essere molto alta e spaziosa.  Occorre provvedere alla pulizia della sua casa almeno due volte la settimana, con disinfettanti o candeggina; nel momento di libertà è consigliabile osservarli, perchè coi loro denti possono distruggere in breve tempo qualsiasi oggetto.

Nella gabbia non dovrà mai mancare acqua fresca e una robusta ciotolina col cibo, il fieno è un ottimo alimento per questi roditori, inoltre è ghiotto di radici, carote, rape, funghi, foglie, erba, sedano, fagiolini, pera, mela, nocciole e piccoli insetti.

Gli alimenti devono essere dati a temperatura ambiente e a piccole dosi.

La sua casa non dovrà mai essere collocata vicino a fonti di calore o alla luce diretta del sole.

Anche lui come il cane e  il gatto è soggetto all’attacco di parassiti,  quali zecche, pulci,  pidocchi e acari.

E’ sconsigliabile la sterilizzazione in questi piccoli roditori,  poichè può essere molto pericolosa sia l’anestesia che il post operatorio.

Le patologie più frequenti in un cane della prateria sono date dai parassiti che possono provocare infezioni cutanee, pertanto tenere pulita la sua gabbia e il suo pelo.Inoltre possono incorrere in traumi e lussazioni importanti, perchè non hanno la cognizione del vuoto e si lanciano serenamente.

Possono essere soggetti ad ascessi dentari e a gastroenteriti.  Non mancano tuttavia anche le affezioni delle vie respiratorie, dovute molto spesso a virus o a batteri.

Per qualsiasi problema medico consultate il veterinario di fiducia il quale sarà l’unico competente che potrà risolverlo.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *