Salmoni contagiati da virus mortale in Canada

23 ottobre 2011 17:080 commenti

Un virus mortale per il salmone è stato osservato per la prima volta nei pesci che vivono nella costa ovest del Canada, ad annunciarlo due esperti, Rick Routledge, professore all’università Simon Fraser di Vancouver e la biologa Alexandra Morton.

Si tratta di due pesci in età giovanile catturati in un lago della Columbia britannica (la più occidentale delle province canadesi) portatori dell’anemia infettiva del salmone. Questa patologia, altamente contagiosa è causata da un virus che attacca l’apparato sanguigno del salmone, infettandone i vasi sanguigni, il cuore e le cellule sanguigne.

Il virus provoca un’importante anemia che può essere letale. I salmoni raggiunti da questa patologia sono stati trovati anche in altre regioni soprattutto dell’atlantico del nord.

Questo virus è molto temuto dalle industrie del salmone. L’ultima grande epidemia che ha colpito gli allevamenti cileni nel 2007 illustra in modo eloquente le considerevoli perdite che il virus è in grado di provocare. La produzione, in quell’anno, era precipitata vertiginosamente passando dalle 400.000 alle 250.000 tonnellate.

Paragonabile all’influenza H1N1

Secondo la biologa Alexandra Morton, questo referto  dovrebbe portare il governo a vietare l’allevamento del salmone dell’atlantico, responsabile secondo lei di questa epidemia nelle acque della costa ovest canadese. Da parte sua Rick Routledge paragona l’impatto di questo virus del salmone a quello dell’influenza H1N1 nell’industria aviaria. Pertanto non costituisce in nessun caso una minaccia per la specie umana.

Questo virus, originario dell’Europa secondo i ricercatori, si sarebbe ampiamente diffuso. Un’epidemia potrebbe abbattersi sugli allevamenti di salmoni che rappresentano circa 800 milioni di dollari di reddito annui per i produttori della Columbia britannica.

Tuttavia, il salmone selvaggio del Pacifico non è minacciato, assicurano dal canto loro i rappresentanti dell’industria. “Il salmone di allevamento dell’atlantico può essere esposto al contagio del virus, ma non suo cugino, il salmone del Pacifico”, ha dichiarato Stewart Hawthorn, della società Grieg Seafood.

Ultimo aggiornamento 23 ottobre 2011 ore 19,10

Tags:

Lascia una risposta