5 termini per capire di cosa discute la politica italiana

2 settembre 2014 22:000 commenti

Oggi il linguaggio della politica, da sempre conosciuto come politichese si è notevolmente avvicinato ai cittadini e quando un politico parla, è molto facile che si capisca il senso del discorso. Tuttavia esistono dei termini che, una volta metabolizzati, consentono di decifrare promesse e vaticini di ogni tipo.

parlamento-europeo

Abbiamo selezionato cinque termini molto comuni nei discorsi dei politici per aiutare i cittadini a comprendere meglio i discorsi e le scelte del Parlamento e del Governo. La semplificazione, tra l’altro, è un must della legislatura Renzi che in 1000 giorni promette di far cambiare verso al Paese.

> 1000 giorni da vivere passo dopo passo. Quanto durerà?

Il primo termine che vogliamo analizzare è legge di stabilità. Si usa questa dicitura dal 2009 per indicare la legge finanziaria fatta da un Governo, conosciuta volgarmente come manovra economica. La legge di stabilità è una legge ordinaria della Repubblica, pubblicata in Gazzetta Ufficiale che include le “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”.

Lo Sblocca Italia, invece, è un decreto annunciato in prima battuta dal premier con l’intenzione di sbloccare gli interventi fermi da troppo tempo presso le singole amministrazioni locali. All’interno dello Sblocca Italia sono finite molte riforme che interessano il Paese al fine di valutarne la fattibilità economica.

Si sente dunque parlare molto di riforme e si ha la sensazione che siano strumenti operativi. In realtà le riforme sono dei documenti programmatici con cui i governi definiscono un indirizzo per una realtà del Paese, ad esempio la scuola. La riforma sarà poi tradotta in leggi e decreti legge fino al cambiamento o allo stravolgimento del sistema.

Quando si parla di programma siamo già nella fase operativa dopo la stesura del piano delle riforme. Il programma scandisce i tempi di attuazione delle riforme e può essere riferito al Parlamento, al Governo, ad una particolare Commissione e così via.

Infine le leggi delega che nel nostro ordinamento sono delle leggi approvate dal Parlamento che delegano il Governo ad esercitare la funzione legislativa su un particolare tema/oggetto. L’atto con forza di legge che viene emanato sulla base della legge delega è il decreto legislativo.

Tags:

Lascia una risposta