Aforismi abitudine

1 dicembre 2012 07:450 commenti

L’abitudine è una massima vivente diventata istinto e carne.

Henri Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

 

Nulla di ciò che è per natura può assumere abitudini ad essa contrarie: per esempio, la pietra che per natura si porta verso il basso non può abituarsi a portarsi verso l’alto, neppure se si volesse abituarla gettandola in alto infinite volte.

Aristotele, Etica Nicomachea, IV sec. a.e.c.

 

L’abitudine è mezza padrona del mondo. “Così faceva mio padre” è una delle grandi forze che guidano il mondo.

Massimo d’Azeglio, I miei ricordi, 1867 (postumo)

 

La consuetudine ci condanna a molte follie, la più grande delle quali è quella di rendersene schiavi.

Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838

 

Nessuno osa dire addio alle proprie abitudini. Più di un suicida s’è fermato sulle soglie della morte pensando al caffè dove andava a giocare tutte le sere la sua partita a domino.

Honoré de Balzac, Il cugino Pons, 1847

 

Forme pietrificate e ormai irriconoscibili della nostra prima felicità, del nostro primo orrore − queste sono le abitudini.

Walter Benjamin, Ombre corte. Scritti 1928-1929

 

Tale è la forza dell’abitudine che ci si abitua perfino a vivere.

Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

 

Si fa l’abitudine a tutto, anche al continuo peggioramento di ciò che già era ai limiti della sopportazione.

John Maxwell Coetzee, Vergogna, 1999

 

Si cambia più facilmente religione che caffè.

Georges Courteline, La filosofia di Georges Courteline, 1922

 

Che il termine “abitudinario” sia oggi un insulto la dice lunga sulla nostra ignoranza nell’arte di vivere.

Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

 

È assai più l’abitudine e l’esempio a persuaderci di qualche cosa anziché una conoscenza certa.

René Descartes, Discorso sul metodo, 1637

 

L’abitudine rende sopportabili anche le cose spaventose.

Esopo, Favole, VI sec. a.e.c.

 

Le sciocche e laide abitudini sono le corruzioni della nostra natura.

Ugo Foscolo, Epistolario, 1794/1824

 

Un arcobaleno che dura un quarto d’ora non lo si guarda più.

Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

 

Non vi è nulla di così assurdo che l’abitudine non renda accettabile.

Erasmo da Rotterdam, Colloqui, 1522

 

Due cose assolutamente opposte ci condizionano ugualmente: l’abitudine e la novità.

Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

 

L’abitudine ci nasconde il vero aspetto delle cose.

Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

 

L’abitudine è un abito che, indossato da giovani, ci rifiutiamo di togliere vita natural durante.

Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

 

L’abitudine, che fa della vita un proverbio.

Alfred de Musset, Poesie nuove, 1850

 

Si sbaglierà di rado se si ricondurranno le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all’abitudine e quelle meschine alla paura.

Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano, 1878

 

Ogni abitudine rende la nostra mano più ingegnosa e meno agile il nostro ingegno.

Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

 

L’abitudine è una seconda natura che distrugge la prima.

Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

Tags:

Lascia una risposta