Aforismi agitazione

3 dicembre 2012 11:440 commenti

Gli uomini sono agitati e turbati, non dalle cose, ma dalle opinioni che hanno delle cose.

Epitteto, Manuale, II sec.

 

Il primo suggerimento che danno all’anima agitata è quello di non accettare consigli, e, quando se ne ricevono, di considerarli come provenienti da persone di poca o di nessuna esperienza.

Francesco di Sales, Filotea, 1608

 

Quando si è nell’agitazione è necessario non fare né dire alcuna cosa, se non rimanere fermi e risoluti nella decisione di non seguire le nostre passioni, qualsiasi motivo avessimo per farlo.

Francesco di Sales, I trattenimenti spirituali, 1629 (postumo)

 

L’amore è come l’acqua, se qualcosa non lo agita, imputridisce.

Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

 

Se per caso appartieni a quella minoranza agitata che sa fare un lavoro creativo, non imporre mai un’idea a forza: la farai abortire, se ci provi. Abbi pazienza, e la metterai al mondo quando verrà il momento giusto. Impara ad aspettare.

Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l’Immortale, 1973

 

Quando odiamo un uomo, odiamo nella sua immagine qualche cosa che sta dentro di noi. Ciò che non è in noi non ci mette agitazione.

Hermann Hesse, Demian, 1919

 

I pazzi sono definitivamente riconosciuti tali dagli psichiatri per il fatto che dopo l’internamento mostrano un comportamento agitato.

Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

 

È men male l’agitarsi nel dubbio, che il riposar nell’errore.

Alessandro Manzoni, Storia della colonna infame, 1840

 

Il mondo muore di noia, l’impiego del tempo è letteralmente spaventoso. I giovani che si agitano un po’ dovunque non se ne rendono forse conto, ma il loro vero problema non è né sociale né economico. A loro non interessa più nulla, ecco il fatto.

Eugenio Montale, Trentadue variazioni, 1973

 

Un cane è un sorriso e una coda che si agita; tutto quello che c’è in mezzo non ha molta importanza.

Clara Ortega

 

I potenti e gli umili conoscono le stesse disgrazie e le stesse passioni, ma uno è in cima alla ruota e l’altro vicino al centro, e così gli stessi movimenti lo agitano meno.

Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

 

Nella vita attuale il mondo appartiene solo agli stupidi, agli insensibili e agli agitati. Il diritto a vivere e trionfare oggi si conquista quasi con gli stessi requisiti con cui si ottiene il ricovero

in manicomio: l’incapacità di pensare, l’amoralità e l’ipereccitazione.

Fernando Pessoa, Il libro dell’inquietudine, 1982 (postumo)

 

Gridano agitati e agitatori contro la borghesia, e non sanno che, nel caso migliore, il loro agitarsi si concluderà nella creazione di una nuova borghesia.

Alberto Savinio, Sorte dell’Europa, 1945

 

Tags:

Lascia una risposta