Aforismi gentilezza

4 dicembre 2012 11:480 commenti

Aforismi sulla gentilezza? Era necessario? Si. Perché? Un po’ perché a Natale si è tutti più buoni, come dice il proverbio. Un po’ per invitare la gente ed essere più cordiale con il prossimo. E poi per un senso artistico. Dal Dalai Lama a Stephen Littleword, ecco diverse interpretazioni del concetto di gentilezza.

La gentilezza è l’arma dei più forti.
Stephen Littleword, Aforismi

*

I gesti gentili sono le migliori carezze.
Stephen Littleword, Aforismi

*

Compiendo semplici atti di gentilezza nei confronti degli altri, non possiamo fare a meno di elevare noi stessi.
Anthony Robbins, Appunti da un Amico

 

Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile.
Gandhi

*

Conserva un corretto atteggiamento mentale, portato al coraggio, alla franchezza, alla gentilezza d’animo. Pensare nel modo giusto e’ già fare.Tutto proviene dal desiderio e le preghiere sincere non sono mai vane. Perseguiamo serenamente le nostre mete. Alzate il mento, sulla testa. Gli uomini sono degli
dei in crisalide.”
Dale Carnegie, Come trattare gli altri e farseli amici

*

L’amore non è materia. È energia. È la sensazione che si prova in una stanza, in una situazione, con una persona. Il denaro non può comprarlo. Il sesso non lo garantisce. Non ha nulla a che vedere con il mondo fisico, ma ciononostante può essere espresso concretamente. Lo sperimentiamo attraverso la gentilezza, il dare, la pietà, la compassione, la pace, la gioia, l’accettazione, l’assenza di giudizio, l’unione e l’intimità.
Marienne Williamson, Ritorno all’amore

*

La felicità non può nascere dalla rabbia o dall’odio. Nessuno dice: “Oggi sono felice perché stamattina mi sono arrabbiato assai”.
Al contrario, la gente si sente a disagio e dice: “Oggi non sono contento perché stamattina ho perso le staffe”. Tramite la gentilezza, tanto al livello personale, quanto a livello nazionale e internazionale, col rispetto reciproco e la reciproca comprensione, otterremo la pace, unitamente a una genuina soddisfazione.
Tenzin Gyatzo, XIV Dalai Lama

*

Saggi e uomini ignoranti differiscono radicalmente. Gli uomini ignoranti non apprezzano mai la gentilezza mostrata loro, ma i saggi apprezzano e ne sono grati. I saggi esprimono il loro apprezzamento e la loro gratitudine dagli atti di gentilezza, non solo al loro benefattore, ma anche a tutti gli esseri viventi.
~ Buddha

 

Tags:

Lascia una risposta