American Express taglia 5.400 dipendenti

11 gennaio 2013 12:500 commenti

America Express licenzierà nel 2013 ben 5.400 dipendenti.

La maggior parte di loro lavorava nel comparto Global Travel, divisione più colpita dalla ‘riduzione del personale’ i cui servizi saranno trasferiti sui canali digitali del gruppo di carte di credito, così da diventare più efficaci.

Si tratta del taglio più profondo degli ultimi anni ed è molto significativo da tutti i punti di vista.

► Crescita Piazza Affari

Come si spiega il decurtamento? Da un punto di vista simbolico si tratta di un dato alquanto significativo, come testimonia l’analisi di Mondo Economia, il gruppo di carte di credito messo a dura prova dalla crisi testimonia che quella americana è allo stato finale, tanto da non risparmiare neanche un emblema della finanza. 

Basti pensare che è il taglio di costi più lacerante dell’ultimo quinquennio”.


E’ancora il portale Mondo Economia a spiegare perché American Express ha licenziato 5.400 dipendenti: la decisione deriva alcune settimane dopo il raggiungimento dell’intesa da 127,5 milioni di dollari conclusasi tra l’Istituto e il Consumer Financial Protection Bureau, la Federal Reserve e  gli altri regolatori del settore bancario. Successivamente il gruppo ha messo in commercio in modo errato alcuni prodotti, attuando procedure illegali.

Ma il taglio dei dipendenti è causato anche dai risultati del quarto trimestre, rilasciati in via prelimianare. Da essi si evince che gli utili di American Express sono in netto calo del 47%.

Costi

Quest’anno, le liquidazioni dei dipendenti e le spesse connesse costeranno all’azienda 400 milioni di dollari. A ciò devono essere aggiunti 153 milioni di dollari di rimborsi alla clientela e 342 milioni legati al programma fedeltà.






Tags:

Lascia una risposta