Annullamento matrimonio religioso: procedura, costi e tempi

16 febbraio 2014 16:590 commentiDi:

divorzio

Non solo separazioni e divorzi, la fine di un matrimonio può essere decretata anche di fronte alla Chiesa. Esiste infatti la procedura di annullamento del matrimonio religioso, ovvero una procedura che rende nullo il vincolo matrimoniale contratto se sussiste almeno uno dei motivi validi riconosciuti dalla Chiesa.

Tra questi da pochissimo è stato aggiunto anche il mammismo, ovvero l’incapacità da parte di uno dei due coniugi a staccare il cordone ombelicale, una motivazione che potrebbe definirsi ‘moderna’ e molto attenta alle nuove dinamiche di coppia, un vero passo avanti rispetto ai motivi, quali l’ignoranza, ancora considerati validi dalla Chiesa.

Per fare la richiesta di annullamento del matrimonio non è necessario il consenso di entrambi i coniugi, basta che anche uno solo dei due riesca a provare l’esistenza di problematiche afferenti ai motivi elencati nel diritto ecclesiastico.

 Motivi di annullamento del matrimonio religioso


La procedura di annullamento del matrimonio

Per ottenere l’annullamento del matrimonio, il primo passo da fare è presentare al tribunale ecclesiastico di prima istanza competente, ovvero quello competente ove è domiciliato il richiedente, il libello, ovvero la richiesta.

Una volta pervenuta la richiesta, il Vicario giudiziale designa un collegio giudicante che ha il compito di raccogliere tutti i necessari elementi di prova. I due coniugi verranno ascoltati dal collegio, in separata sede, i testimoni e, ove necessario, dei periti.

Se la richiesta viene ritenuta valida, questa passa al tribunale di seconda istanza (di appello), che revisiona il processo. Se anche in secondo istanza i motivi sono ritenuti validi, il matrimonio è da ritenersi nullo.

► Chiesa, il matrimonio si può annullare anche per mammismo

Quanto costa annullare un matrimonio religioso?

Il costo dell’annullamento del matrimonio religioso è di 525 euro per il Tribunale, a cui si aggiungono gli onorari degli avvocati rotali (dai 1575,00 ai 2992 euro), l’Iva e la Cassa previdenza Forense.

Quanto dura la causa di annullamento?

Il tempo minimo della causa di annullamento del matrimonio religioso è di due anni, che aumentano se il tutto non si risolve entro il secondo grado di appello.

 






Tags:

Lascia una risposta