Asteroide sfiora la Terra a distanza riavvicinata

24 luglio 2012 09:150 commenti

È stato classificato nella lista degli oggetti “potenzialmente pericolosi” (Pho), lasteroide che sfiorerà la Terra la sera del 24 luglio.

L’asteroide, battezzato 2012 OQ, passerà a soli tre milioni di chilometri dal nostro pianeta, una distanza relativamente ravvicinata, circa meno 8 volte la distanza della Luna.

Un passaggio ravvicinato, ma assolutamente non pericoloso: il passaggio ravvicinato consentirà di poterlo osservare con una certa facilità. L’asteroide, un corpo roccioso del diametro di circa 200 metri, era osservabile fin da ieri sera utilizzando telescopi di medio diametro.


L’asteroide è stato scoperto lo scorso 17 luglio dagli strumenti dell’Osservatorio astronomico spagnolo La Sagrà, in Andalusia e in realtà rappresenta la conferma del fatto che esistano numerosi oggetti tutti da scoprire nell’Universo. Non è neppure raro il fatto che gli asteroidi passino vicino alla Terra, ma in realtà possono essere studiati con maggiore esattezza solo nel momento in cui si avvicinano alla Terra.

L’astrofisico Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope, ha spiegato che l’asteroide apparirà come un oggetto discretamente luminoso che potrà anche essere fotografato con la giuste apparecchiature. Si tratta di un nuovo spettacolo dal cielo per tutti e per giunta non pericoloso: fin dalle 22,30 di ieri il Virtual Telescope dell’Osservatorio Astronomico Bellatrix ne mostrerà in diretta web le immagini (su www.astrowebtv.org). 2012 OQ tutto sommato rientra nelle dimensioni standard degli asteroidi (generalmente inferiore al chilometro) considerati come residui del disco protoplanetario che non sono stati inglobati durante la formazione dei pianeti.






Tags:

Lascia una risposta