Benigni a Bruxelles “Italia segua modello belga”

10 novembre 2011 09:310 commenti

Il celebre attore, Roberto Benigni, si è presentato ieri al Parlamento europeo a Bruxelles, in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con una gamba ingessata e munito di stampelle, per un incidente accadutogli. 

Nello show, l’attore ne ha approfittato per lanciare  frecciate al premier Silvio Berlusconi.  

Roberto Benigni finge di cadere indietreggiando, “Questo è un periodo dove tutti cadono, in qualunque modo„, afferma ironicamente l’attore con il suo flusso di parole e i suoi gesti inimitabili, conquistando tutti i deputati presenti che sono letteralmente scoppiati dal ridere. Un soffio di benvenuto ossigeno, in questo periodo di estreme incertezze. 

Non vedo il mio presidente del Consiglio (Berlusconi)„, ribadisce divertito. “Non ha potuto venire?„ dice fingendosi stupito. 

Ed annuncia orgoglioso della sua idea: “Amici miei ora seguiamo il modello belga!„ (Il Belgio è sprovvisto del governo dal giugno 2010). 

Per celebrare il 150º anniversario dell’Italia unita, Benigni aveva scelto di leggere il canto XXVI dell’inferno di Dante. Non è certamente un caso poiché il suddetto canto può coincidere con l’attualità: in questo passaggio, la nave di Ulisse è sorpresa dalla tempesta e i suoi capitani finiscono con l’essere puniti per essere stati troppo furbi, per via dell’ambizione, mentre i loro doveri familiari erano quelli di ritornare nei loro rispettivi focolari. 

L’attore conclude il suo intervento con una frase che può essere, tuttavia, interpretata positivamente ma che può essere anche a doppio taglio: “Questo è il paese della resurrezione„. 

 

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2011 ore 10,33

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta