Home / approfondimenti / Calendario 2015: i ponti previsti deludono le aspettative

Calendario 2015: i ponti previsti deludono le aspettative

IL CALENDARIO 2015-L’Epifania tutte le feste si porta via. Mai detto fu più vero, Pasqua e Natale a parte ovviamente. Infatti il 2015 sarà un anno in cui i giorni di festa saranno “bruciati”. E sì perché il calendario del nuovo anno appena iniziato sarà poverissimo di ponti festivi che avrebbero permesso di prolungare i giorni di riposo dal lavoro o dalla scuola. Tralasciando la Pasqua che sarà il 5 aprile, Pasquetta, il giorno successivo e i vari sabati e domeniche, per trovare un giorno di riposo dovremo andare dritti al 1 maggio, che sarà un venerdì. Bruciato il 25 aprile che cadrà di sabato. Scorriamo il calendario e vediamo che il 2 giugno, festa della Repubblica, ci porterà un po’ di relax: prolungheremo la pace del sabato e della domenica fino al martedì. Dopodiché troviamo i lontani 8 dicembre, l’Immacolata Concezione e il 25, Natale. Bruciato il primo novembre: la festa di Ognissanti quest’anno cadrà di domenica. Bruciato anche il giorno di Santo Stefano che capiterà di sabato. Nessuna speranza neanche per il 15 agosto: ferragosto 2015 cadrà di sabato. Insomma pochi numeri rossi sul calendario 2015. Più fortunati saranno i milanesi: per loro un giorno in più rispetto a tutti gli altri italiani dopo il weekend dell’Immacolata perché quest’anno Sant’Ambrogio sarà di lunedì. Stessa buona sorte per i romani: i Santi Pietro e Paolo permetteranno loro di riposare lunedì 29 giugno. Insomma il nuovo anno non sarà l’ideale specie per i turisti mordi e fuggi, per tutti coloro i quali aspettano un lungo fine settimana per riprendersi dalla stanchezza accumulata nelle lunghe settimane lavorative e per quelli che aspettano i ponti per una gita fuori porta. Per trovare un lungo ponte dovremo aspettare la fine di questo anno appena iniziato: il 31 capiterà di giovedì. In questo caso sarà ponte fino a domenica 3 gennaio 2016 o, fino a mercoledì 6 per i più fortunati tra noi.

Loading...