Campagna Anti-Corruzione

17 gennaio 2013 20:030 commenti

La corruzione costa almeno 60 miliardi al nostro Paese. Una cifra che andrebbe risparmiata mediante un impegno comune in opposizione al malaffare. Non è normale in un Paese come l’Italia versare così tanti soldi per l’Imu e poi assistere allo scempi creato da mafia e politica ai cittadini.

Si tratta infatti di ben 60 miliardi sottratti alla legalità, che se risparmiati costituirebbero una grandissima risorsa. Un nuovo Welfare, utile a pagare gli interessi che l’Italia versa annualmente solo per gli interessi del suo debito pubblico.

RIPARTE IL FUTURO


Per evitare questo furto è stata indetta l’iniziativa Riparte il futuro, la quale vuole realizzare mobilitazione collettiva on line e in piazza. Grazie all’aiuto fornito da Libera e dal Gruppo Abele, l’iniziativa è stata presentata nella giornata di oggi da don Luigi Ciotti, prete da sempre impegnatissimo nella lotta contro le mafie e il malaffare. Ciotti ha così commentato l’iniziativa Riparte il futuro: “È un movimento trasversale che desidera stringere una nuova alleanza con la politica e con i politici, chiedendo trasparenza a chi si candida per il bene comune. Noi cittadini abbiamo il dovere di chiedere conto a chi si presenta alle elezioni di rappresentare la democrazia e la politica vera”. A testimonianza di questo accordo è stato creato un braccialetto bianco riportante la scritta #100giorni. E’ questo il tempo entro il quale i candidati dovranno impegnarsi a modificare la legge contro la corruzione , smembrata dai vari passaggi parlamentari.






Tags:

Lascia una risposta