Home / approfondimenti / Carmela Rea il marito è sospettato

Carmela Rea il marito è sospettato

Gli investigatori che seguono il caso di Carmela Melania Rea, la donna trovata scomparsa il 18 aprile e trovata morta sul Colle San Marco nel teramano, hanno trovato alcune tracce di sangue nell’auto di Salvatore Parolisi, il marito di Carmela.

Le tracce ematiche sono state rinvenute sul sedile anteriore del passeggero e saranno esaminate dai Ris di Roma.

Le analisi verranno effettuate anche sugli indumenti del marito e sugli altri reperti trovati sul luogo del delitto, il cellulare della vittima, la siringa e il laccio emostatico.

Gli inquirenti si stanno concentrando anche sul racconto reso dal Parolisi, dove, secondo loro, sono molte le incongruenze. Buchi di parecchi minuti nelle telefonate, quantità di telefonate effettuate per chiamare la moglie che non tornava. Inoltre gli investigatori stanno puntanto anche su una dichiarazione di Parolisi che, dopo una settimana dal ritrovamento del cadavere, ha confidato di aver passato un pomeriggio di passione con sua moglie, proprio nel bosco in cui è stato rinvenuto il corpo della donna.

Una confessione vista da molti come un tentativo di crearsi un alibi nel caso in cui venissero trovate tracce biologiche a lui riconducibili nella zona. Tuttavia, oggi,  il  marito non è indagato ma sospettato sì. E con lui anche il suo amico, Raffaele, un guardia carceraria che ha aiutato Salvatore Parolisi nelle prime ricerche della moglie.

Un’altra pista che viene seguita dagli inquirenti è anche quella che Carmela Melania Rea fosse a conoscenza di un segreto che non doveva divulgarsi, un segreto che avrebbe potuto scatenare uno scandalo, quindi, la donna, potrebbe essere stata uccisa per farla tacere per sempre.

Inoltre è trapelato un nuovo indizio, si dà molta importanza a due scontrini fiscali ritrovati accanto al corpo della donna. Uno riporta la data del 18 e l’altro del 19, sembra voler dire che l’assassino sia tornato sul luogo del delitto.

Intanto il marito della giovane donna uccisa, Salvatore Parolisi, grida la sua innocenza e si dice disponibile ad effettuare il test del dna per allontanare tutti i sospetti che lo stanno attorniando.

Leggi anche Carmela Rea gli inquirenti si concentrano su tre persone

Loading...