Cervello svela in anticipo azioni dell’uomo

29 giugno 2012 10:000 commenti

Leggere nel pensiero non è un semplice modo di dire, ma una precisa attività al centro di uno un recente studio condotto dai ricercatori del Riken Brain Science Institute del Giappone. In pratica quando si cerca di leggere nel pensiero altrui vengono attivati due segnali cerebrali nella corteccia prefrontale. E sarebbero proprio questi segnali a dare la possibilità all’uomo di riuscire a capire e dunque a predire i comportamenti delle altre persone. Riuscire a comprendere e ad anticipare le reazioni degli altri individui è un chance fondamentale per ciascuno in modo tale da regolare conseguentemente anche il nostro comportamento.


Lo studio ha selezionato 39 partecipanti che hanno osservato una persona impegnata a giocare al computer: queste persone sono riuscite a predire il comportamento dei giocatori sulla base delle loro precedenti mosse. I ricercatori hanno seguito il tutto scannerizzando il cervello dei partecipanti tramite una risonanza magnetica funzionale. A quel punto è stato creato uno schema modello dell’attività cerebrale dei partecipanti che provavano ad anticipare i comportamenti altrui. Lo studio ha messo in evidenza che quando i partecipanti tentavano di anticipare le mosse altrui, attivavano due aree della corteccia prefrontale, la parte del cervello cui vengono attribuiti i processi cognitivi elaborati.

RISONANZA MAGNETICA NEL CERVELLO SVELA FUTURO DELL’INDIVIDUO

È stato osservato che il cosiddetto segnale premiale e rappresenta quello che il soggetto farebbe nei panni altrui e si attiva quando si valutano gli effetti che una decisione potrebbe avere per l’altra persona. Il segnale di azione interessa non solo l’azione che ci si aspetta, ma anche quelle effettivamente compiute. L’idea in pratica è che i due segnali cerebrali collaborino per trovare un equilibrio tra ricompense e scelte attese e osservate.






Tags:

Lascia una risposta