Che cos’è la trattativa

28 settembre 2014 14:250 commenti

Si continua a parlare di trattativa e si fa riferimento ai rapporti che intercorrono tra la Mafia e lo Stato. Perché si parla di trattativa e come mai se ne parla proprio adesso con tanta insistenza?

riina

Venerdì scorso la Corte d’Assise di Palermo ha stabilito che Giorgio Napolitano dovrà deporre come testimone nel processo sulla trattativa Stato-Mafia. Il Capo dello Stato riceverà i giudici al Quirinale. Intanto Scarpinato ha chiesto di riaprire la fase dibattimentale del processo a carico degli ex ufficiali del Ros, Mori e Obinu dopo aver acquisito nuove prove a loro carico.

> Napolitano potrà deporre nel processo Stato-mafia


Quando si parla di trattativa il periodo storico di riferimento sono gli anni Novanta, gli anni in cui ci sono state le stragi di Capaci e via D’Amelio, gli anni degli omicidi di Lima e Salvo e di tante altre stragi con e senza autobombe. Nel cosiddetto Maxiprocesso fu condannato per quei fatti Toto Riina insieme ad altri capi mafiosi. Per loro è stato chiesto ed ottenuto l’ergastolo con l’applicazione dell’articolo 41 bis. In pratica ergastolo e carcere duro.

> Protocollo farfalla per l’inchiesta Stato-Mafia

La trattativa fa riferimento al tentativo che negli anni Novanta fece lo Stato di entrare in contatto con la mafia per concordare l’interruzione della stagione stragista. In cambio, ai mafiosi, lo Stato proponeva misure detentive meno dure di quelle incluse nel 41 bis.

Qui entra in gioco Mori, chiamato in causa dal boss Ilardo che disse di aver incontrato un colonnello ROS e di avergli rivelato il nascondiglio di Provenzano. Mori, comandante dei ROS non fornì uomini e mezzi per completare l’operazione di cattura di Provenzano. Ilardo fu ucciso l’anno dopo.






Tags:

Lascia una risposta