Che cos’è l’ANAC – Agenzia Nazionale Anti – Corruzione

15 giugno 2014 16:310 commentiDi:

Guardia-di-Finanza2

Con l’ultimo decreto legge, approvato nel corso della settimana scorsa, l’organismo dello stato italiano si è arricchito di una nuova unità che i tempi rendevano ormai necessaria. Si tratta dell’ANAC, l’Agenzia Nazionale Anti  – Corruzione, alla quale sono stati conferiti più ampi poteri che in passato. 

La direzione dell’Anac è stata affidata a Raffaele Cantone, ex magistrato che si è opposto ai Casalesi e che aveva chiesto già alcune volte poteri straordinari per compiere la sua opera.

Le principali misure della Riforma della Pubblica Amministrazione di Renzi

I poteri straordinari conferiscono a Cantone quindi il potere di:


  • vigilare su tutti gli appalti italiani
  • vigilare sulla correttezza dei lavori dell’Expo Milano 2015
  • vigilare sull’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici avendo la possibilità di cui utilizzarne uomini e mezzi.

Delega fiscale – Le novità e le misure del mese di giugno 2014

Inoltre l’Anac avrà a sua disposizione circa 300 uomini, una squadra della Guardia di Finanza per vigilare sull’Expo, avrà la possibilità di controllare tutti gli appalti, potrà imporre sanzioni fino a 10 mila euro a chi non rispetta le regole della trasparenza e potrà commissariare, per mezzo del prefetto, un’impresa il cui titolare sia indagato per corruzione.

A Raffaele Cantone sono stati assegnati anche 4 nuovi co – commissari che costituiranno la sua squadra, nelle persone di Francesco Merloni, docente di diritto amministrativo a Perugia, Michele Corradino, consigliere di Stato e più volte capo di gabinetto, Ida Angela Nicotra, esperta di diritto costituzionale che è stata tra i saggi del Quirinale e Nicoletta Parisi, che arriva da Transparency International.

La vecchia Autorità di vigilanza sui contratti pubblici dei lavori con sede in via di Ripetta a Roma viene automaticamente soppressa.






Tags:

Lascia una risposta