Come pagare l’Imu

13 aprile 2012 09:270 commenti

Entro il 18 giugno prossimo tutti i proprietari di uno o più immobili saranno chiamati a pagare l’Imu, la nuova imposta che ha sostituito l’Ici e che al contrario di questa dovrà essere pagata anche sull’abitazione principale. Trattandosi della prima rata, la maggior parte dei contribuenti interessanti si stanno interrogando sulle modalità di pagamento di questa nuova tassa, dubbi che sono stati chiariti dall’Agenzia delle Entrate attraverso due distinti provvedimenti e una risoluzione.

COME CALCOLARE IMU (EX ICI)

L’Agenzia, in particolare, ha anzitutto precisato che il pagamento potrà essere effettuato esclusivamente attraverso il modello F24, tuttavia esistono delle differenze a seconda se si è o meno titolari di partita Iva. Nel primo caso, infatti, il pagamento dovrà essere obbligatoriamente effettuato online, mentre nel secondo caso si potrà scegliere tra la modalità di pagamento telematica e quella tradizionale, consistente nella compilazione del modello cartaceo e nella consegna dello stesso presso un ufficio postale, uno sportello bancario o un agente di riscossione.

IMU CON ALIQUOTA BASE A GIUGNO

L’Agenzia ha inoltre fornito i codici tributo da utilizzare per il pagamento della nuova imposta e che variano a seconda del tipo di immobile. In particolare, il codice 3912 dovrà essere utilizzato per l’abitazione principale e relative pertinenze, il 3913 per i fabbricati rurali ad uso strumentale, il 3914 per i terreni per i quali il destinatario è il Comune, il 3915 per i terreni per i quali il destinatario è lo Stato, il 3916 per le aree fabbricabili per le quali è destinatario il Comune, il 3917 per le aree fabbricabili per le quali il destinatario è lo Stato, il 3918 per gli altri fabbricati per i quali il destinatario è il Comune, il 3919 per gli altri fabbricati per i quali il destinatario è lo Stato, il 3923 per il pagamento degli interessi da accertamento e il 3924 per le sanzioni da accertamento.

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta