Come si apre un asilo a Roma

6 ottobre 2014 09:290 commenti

Si sono incontrati a Roma 1000 passeggini per protestare contro la decisione di Marino di aumentare le tasse per gli asili nido e togliere una parte delle agevolazioni. Una decisione che lascia nello sconcerto un gran numero di genitori. Sul sito del Comune, però non è possibile apprendere le tariffe.

Il sito del Comune di Roma, fino a qualche giorno fa, garantiva agli utenti la possibilità di calcolare il costo dell’asilo nido, adesso invece, forse per le proteste in atto, non è più possibile. Mentre si accede con molta tranquillità alla sezione in cui sono date le informazioni per l’apertura di un asilo nido.

IMG_4554

> Passeggini in Campidoglio contro il prezzo degli asili nido [foto]


In questa guida sono esplicitati i passaggi uno per uno. In primo luogo si spiega che è necessaria l’autorizzazione all’apertura e funzionamento della struttura che deve essere ottenuta dal Municipio. Questo controllerà che siano soddisfatti i requisiti richiesti a norma di legge, ad esempio il cambio di destinazione d’uso dei locali scelti.

Se necessario dovranno essere fatti lavori di ristrutturazione e adeguamento degli spazi con le stesse procedure che riguardano gli interventi edilizi privati. A quel punto si presenta la domanda di autorizzazione e si allega la documentazione richiesta dal comune (tutte le informazioni a riguardo sono sul sito:  “Struttura Organizzativa / Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità / Asili Nido e altre strutture private convenzionate / Come aprire un asilo nido”).

Se si tratta di un nido privato si può chiedere l’accreditamento della struttura e il convenzionamento con il Comune. In questo secondo caso la struttura riceve dei contributi finanziari per ogni persona iscritta e deve accogliere i bambini che arrivano dalla lista d’attesa dei nidi comunali con la tariffa comunale. Se si tratta di un nido aziendale si può sempre chiedere di aprire una convenzione con il Comune di Roma alle condizioni già esplicitate.






Tags:

Lascia una risposta