Come si calcola e dove si paga il bollo auto

8 ottobre 2014 11:110 commenti

Alla commissione Finanze della Camera è stato approvato un provvedimento che propone l’abolizione del bollo per tre anni per le auto nuove. Il bollo auto, tassa sul possesso dei veicoli, è tra le più evase dagli italiani. Per scoprire quanto dovreste pagare, ecco le istruzioni per il calcolo del bollo auto.

Per il calcolo del bollo auto, ormai dal 1998, la tassa non è più calcolata in base ai cavalli fiscali del veicolo ma dipende direttamente dall’effettiva potenza dell’auto. Per questo la tassa automobilistica, valida per autovetture, autoveicoli ad uso promiscuo, autobus, autoveicoli ad uno speciale e motocicli, si calcola in base ai kilowatt che ne esprimono la potenza. I kilowatt sono riportati sulla carta di circolazione. Il numero può contenere la virgola e in questo caso non si devono considerare le cifre decimali.

bollo-auto

Bollo auto primi 3 anni verso abolizione. Facciamo chiarezza


Per esempio, se il numero dei Kw è di 47,80, l’importo va corrisposto per 47 Kw. Qualora i kilowatt non fossero presenti, il bollo si calcolerà in base alla potenza massima espressa in cavalli e presente sulla Carta di circolazione.

Dal 1° gennaio 2007, per autovetture, autoveicoli a trasporto promiscuo e motocicli, il bollo è differenziato in base alle regole sulle emissioni inquinanti. Fanno eccezione i veicoli con alimentazione esclusiva o doppia a gas, elettrica, a Gpl, a idrogeno. Per tutti i veicoli che eccedono i 100 Kw di potenza o i 136 Cv il calcolo si fa aggiungendo all’importo base calcolato su 100 Kw, la tassa maggiorata che deve essere moltiplicata per i Kw eccedenti.

> L’addizionale erariale sul bollo per veicoli particolari

Per quanto riguarda ciclomotori fino a 50 cc e quadricicli leggeri il bollo si paga soltanto se usati sulla pubblica strada e la tassa deve essere corrisposta con decorrenza gennaio/dicembre. Cosa invece non si deve pagare? La sovrattassa di alimentazione a gasolio e il canone autoradio. Si ricorda inoltre che ad eccezione dei ciclomotori non c’è più l’obbligo di esporre o portare con sé il contrassegno del bollo e non c’è da pagare il bollo sulla patente.






Tags:

Lascia una risposta