Buffer

Come si scrive un’autocertificazione

14 maggio 2012 16:100 commentiViews: 20832

Nel caso in cui venga richiesto un certificato riguardante fatti, stati o qualità personali contenuti in pubblici elenchi o registri è possibile ricorrere all’autocertificazione ed evitare quindi di recarsi presso gli uffici preposti e fare file interminabili. Ma come si scrive un’autocertificazione?

DIFFERENZA TRA AUTOCERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Le diciture da utilizzare sono diverse a seconda del tipo di autocertificazione che bisogna presentare. In tutti i casi in alto al centro in stampatello e in grassetto occorre scrivere “Autocertificazione” e sotto tra parentesi “Art. 46 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000″. Occorre poi indicare i dati del soggetto dichiarante, quindi nome cognome, luogo e data di nascita, residenza, domicilio ed eventualmente recapito telefonico, poi al centro in stampatello “dichiara” e lo stato, il fatto o la qualità personale oggetto della dichiarazione, quindi ad esempio la residenza, lo stato civile, lo stato di famiglia, la cittadinanza, ecc. Non deve poi mancare l’indicazione della data e del luogo e la firma del soggetto dichiarante. Non è necessario che la firma venga apposta al momento della consegna dinanzi al funzionario che la riceve.

FAC -SIMILE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Qualora a richiedere il certificato sia una pubblica amministrazione o un ente che svolge un servizio di pubblica utilità l’accettazione dell’autocertificazione è obbligatoria, in caso contrario il funzionario incorre in un inadempimento dei doveri d’ufficio. Se invece si tratta di una società privata non sussiste l’obbligo di accettazione dell’autocertificazione, potendo questa chiedere che venga presentato il certificato rilasciato dall’ufficio preposto.

Di seguito alcuni esempi delle più comuni autocertificazioni:

Fac-simile autocertificazione residenza
Fac-simle autocertificazione stato di famiglia
Fac-simile autocertificazione cittadinanza
Fac-simile autocertificazione stato civile

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta