Consiglieri Regione Calabria comprano gratta&vinci con soldi pubblici?

3 aprile 2013 12:560 commenti

Nel mirino degli inquirenti ci sono dieci consiglieri della Regione Calabria, i quali sono indagati per peculato. Lindagine è stata condotta dai militari della Guardia di Finanza sui conti e sulle spese sostenute dai gruppi consiliari del Consiglio Regionale della Calabria. La notizia, confermata stamane all’Agi da fonti investigative, è stata riportata oggi su uno dei principali quotidiani calabresi.

Un buco da 1 milione di euro


L’inchiesta, arrivata da poco sul tavolo del procuratore Ottavio Sferlazza e del sostituto Matteo Centini, ha fatto in modo che potesse essere scoperto un buco nei conti della Regione di piu’ di un milione di euro. Soldi dei quali si è persa ogni traccia in termini di contabilità.  La Guardia di Finanza ha invece vagliato scontrini e fatture di altro tipo, tramite i quali è stato disvelato che alcuni consiglieri della Regione Calabria facevano rimborsare dalla Regione anche spese personali.

C’è chi metteva a libro paga della Regione anche l’acquisto di biglietti “gratta & vinci”.

In altri termini si tratta di denaro dei contribuenti speso per pagare le multe dei consiglieri. E poi ancora caffe’, viaggi all’estero, hotel, ristoranti, spese per le rate di automobili, spese di manutenzione relative sempre ad autovetture, bollette della tarsu e perfino le tasse da versare all’Agenzia delle Entrate

 






Tags:

Lascia una risposta