Buffer

Cosa si può e non si può portare in aereo nel bagaglio a mano

17 agosto 2012 09:400 commentiViews: 4791

Ciascun passeggero può portare in cabina un bagaglio a mano le cui dimensioni non possono superare complessivamente i 115 cm. Oltre a tale bagaglio, fermo restando eventuali ulteriori limitazioni imposte dalla compagnia, è generalmente consentito ai passeggeri la possibilità di portare in cabina: una borsetta, un portadocumenti o un computer portatile; macchina fotografica o lettore CD; telefonino; soprabito; ombrello; riviste o libri; cibo per bambini; articoli acquistati presso i “duty free” degli aeroporti e i medicinali indispensabili.

In merito al contenuto del bagaglio a mano esistono però delle limitazioni, per cui è bene informarsi bene prima di partire onde evitare di essere costretti a buttar via qualcosa al momento dei controlli di sicurezza che precedono l’imbarco. Particolare attenzione deve essere prestata ai liquidi, che possono essere trasportati nel bagaglio a mano solo nel rispetto di alcune precise regole. In particolare, essi dovranno essere contenuti in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 millilitri (oppure 100 grammi) ed i recipienti in questione dovranno poi essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore ad 1 litro (ad esempio dimensioni 18×20). Le uniche sostanze liquide che possono essere trasportate al di fuori del sacchetto e che non sono soggette a limitazione di volume sono le medicine ed i liquidi prescritti da un medico e gli alimenti per bambini. Al riguardo è bene sottolineare che si intendono “liquidi” anche i prodotti di analoga consistenza, quindi creme, oli, gel, sostanze in pasta (dentifricio), ecc.

Non possono invece essere assolutamente portati all’interno della cabina dell’aereo, e quindi nel bagaglio a mano o insieme ad esso, i seguenti oggetti:

pistole, armi da fuoco o altre armi: rientrano in tale divieto non solo le armi vere e proprie ma anche tutto ciò che può essere considerato tale o che ne riproduce la forma, comprese quindi armi giocattolo, accendini a forma di pistola, componenti di armi da fuoco, dispositivi per stordire, ecc.;

armi appuntite o con spigoli e oggetti taglienti: quindi anche temperini, coltelli, rasoi aperti o lame da rasoio, bastoni da sci o da passeggio e attrezzi da artigiano considerati potenziali armi (cacciaviti, chiavi inglese, punte per trapano, ecc.).

strumenti smussati capaci di provocare lesioni: rientrano in questo gruppo anche le attrezzature per arti marziali, le canne da pesca, le mazze da baseball, da softball, da cricket, da golf, ecc.

esplosivi e sostanze infiammabili;

sostanze chimiche e tossiche.

 

 

Tags:

Lascia una risposta