Home / approfondimenti / Cosa si può fare con le bucce dei limoni

Cosa si può fare con le bucce dei limoni

Il limone è uno tra gli agrumi sempre presenti nelle nostre cucine. Possiede tantissime proprietà e infatti viene spesso impiegato in medicina e farmacologia a scopi terapeutici. Oltre ad avere un elevato potere depurativo, antiossidante e disintossicante e a rinforzare le difese immunitarie, proteggendo da stati febbrili e raffreddori, il limone possiede caratteristiche tali da permetterne l’impiego nell’industria cosmetica. Ovviamente è scontato il suo utilizzo in cucina. A chi non è capitato di dover buttar via del limone iniziato o la sola buccia? Vediamo insieme come riciclare e sfruttare il limone avanzato. Perchè una cosa è chiara: in cucina non si butta nulla e tutto ha una precisa funzione

  • per fare uno scrub naturale: grattugiate la buccia del limone, aggiungete un cucchiaino di zucchero di canna e mezzo di olio: applicate il composto sulla pelle bagnata e lasciatelo agire per una decina di minuti. Il risultato è assicurato;
  • per purificare il nostro corpo: ogni mattina bevete un bicchiere di acqua e limone, aggiungendo anche dei pezzi di buccia;
  • per idratare la pelle: create un composto con un po’ di buccia e succo di limone grattugiata e bicarbonato di sodio: applicate questa crema sulla pelle screpolata dei gomiti dopo la doccia;
  • per pulire il microonde: mettete nel forno una ciotola con acqua e bucce di limone: rimuoverete macchie e cattivi odori;
  • per eliminare il calcare: portate ad ebollizione la buccia di limone, due cucchiai di bicarbonato di sodio, un cucchiaio di aceto di miele e 3 dl di acqua. Filtrate il composto e applicatelo sulle zone ricoperte di calcare, lasciandolo agire per circa 15 minuti, poi risciacquate;
  • per pulire e disinfettare le superfici della cucina: usate la buccia del limone;
  • come insetticida: mettete la buccia del limone negli angoli delle stanze, l’odore emanato terrà a distanza insetti e formiche.