Crollo Barletta recuperata la quinta vittima

4 ottobre 2011 09:010 commenti

Questa notte è stato recuperato il quinto e ultimo cadavere delle vittime del crollo della palazzina fatiscente avvenuto, ieri, a Barletta. 

Il bilancio del terribile disastro, che poteva essere evitato, è pesante: cinque morti, tutte donne, tra loro anche una ragazzina di 14 anni figlia dei proprietari del laboratorio tessile, dove si era recata  solo per salutare i genitori. 

I soccorritori hanno tentato il tutto per salvare quelle vite rimaste sotto le macerie, si è scavato a mani nude, pietra dopo pietra, fino a tarda notte, ma per  Tina Ceci 37 anni, Maria Cinquepalmi, 14,  Matilde Doronzo, 32, Giovanna Sardaro, di 30 e  Antonella Zaza, 36 anni, non c’è stato nulla da fare. 


Tutte operaie del laboratorio tessile che sono rimaste intrappolate dopo che una vecchia palazzina a tre piani, ad esso attiguo, è crollata al suolo sbriciolandosi come grissini. 

Nel crollo sono rimasti feriti anche alcuni passanti, che non hanno riportato ferite gravi. 

Lo scorso venerdì, i proprietari delle due palazzine attigue a quella crollata si erano rivolti all’Ufficio tecnico comunale di intervenire per la messa in sicurezza, poiché a causa dei lavori di smantellamento del palazzo fatiscente, nelle loro strutture si erano notate vistose formazioni di crepe. 

Il procuratore della Repubblica di Trani ha aperto un fascicolo per disastro colposo ed omicidio colposo plurimo. I carabinieri stanno ascoltando il proprietario dell’edificio in demolizione per sapere quali tipi di lavori fossero in atto e per conoscere, nello specifico, le modalità di intervento. 

Articolo correlato: Barletta crolla edificio di tre piani

Ultimo aggiornamento 04 ottobre 2011 ore 11,02






Tags:

Lascia una risposta