Da papà modello a rapinatore sfortunato

25 marzo 2012 10:370 commenti

La storia in questione è accaduta nel bergamasco dove un uomo di 44 anni ha tentato un paio di rapine in banca con risultati abbastanza deludenti. Ebbene si, pur di racimolare un po’ di soldi in questo periodo di crisi e di sconforto ci si riduce ad andare contro la legge. L’uomo si sarebbe recato nella prima banca armato di coltello da cucina, ma avrebbe raccolto soltanto non più di quattrocento euro. Dato lo scarso bottino, lìuomo decide di riprovare con un secondo colpo che avviene nel pomeriggio stesso.


La dinamica è molto semplice: entra in banca a volto coperto attende che l’ultimo cliente sia uscita e urla all’impiegato di farsi dare il denaro il cassa. Nel frattempo il cliente uscito si accorge di ciò che stava avvenendo all’interno della banca e allerta le forze dell’ordine. È bastato poco, dunque, quando il papà-rapinatore è uscito dalla banca per essere fermato e arrestato.






Tags:

Lascia una risposta