Differenza tra testamento olografo, pubblico e segreto

24 maggio 2012 09:290 commenti

Le forma di testamento previste dall’ordinamento italiano sono tre. La prima di queste, senza dubbio la più diffusa, è il cosiddetto testamento olografo, consistente in un semplice foglio di carta scritto dal testatore e da lui stesso datato e sottoscritto. Questo tipo di testamento non ha alcuna efficacia se viene scritto a macchina o a computer, anche nel caso in cui sia poi stato firmato dal testatore, è inoltre nullo se privo di data, se scritto a matita o con altro strumento cancellabile o che non consenta di riconoscere la calligrafia del testatore.

MODELLO DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

Altra forma di testamento è il cosiddetto testamento pubblico. In tal caso il testatore detta le sue volontà ad un notaio in presenza di due testimoni, questi provvede poi a metterle per iscritto e a rileggerle alla presenza del testatore e dei due testimoni. Il testamento deve poi recare l’indicazione del luogo e della data e deve necessariamente essere firmato dal notaio, dal testatore e dai testimoni. In tal caso si ha la nullità del testamento qualora il notaio non provveda a riportare per iscritto le volontà del testatore oppure quando manca la sottoscrizione del notaio o del testatore. Gli altri difetti di forma danno invece luogo all’annullabilità del testamento.

TESTAMENTO BIOLOGICO ONLINE

Il testamento segreto, infine, è un atto redatto dal testatore o da altra persona su indicazione del testatore e consegnato in busta chiusa sigillata ad un notaio in presenza di due testimoni. E’ quindi detto “segreto” perché il suo contenuto non è noto al notaio e in alcuni casi neanche ai testimoni. In tal caso il testamento è valido anche nel caso in cui non rechi l’indicazione della data e anche nel caso in cui sia stato scritto a macchina o a computer, purché il testatore provveda ad apporre la sua firma su ogni mezzo foglio. Sulla busta deve essere scritto il cosiddetto atto di ricevimento, mediante il quale si da atto della consegna al notaio e si dichiara che si tratta di un testamento segreto. Il testamento segreto può essere ritirato dal testatore in qualunque momento.

Tags:

Lascia una risposta