Buffer

Donne insoddisfatte davanti allo specchio

15 giugno 2012 09:050 commentiViews: 258

Ricordate la strega di Biancaneve che davanti allo specchio magico chiedeva chi fosse la più bella del reame? Pura irrealtà perché a quanto pare, davanti allo specchio, le donne si sentono insoddisfatte del proprio aspetto fisico. A rivelarlo è una ricerca pubblicata sull’Aesthetic Surgery Journal e condotta dal dipartimento di chirurgia estatica dell’Università di Ankara in Turchia su un campione di 200 donne di età compresa 20 ai 60 anni di età: davanti allo specchio ciascuna è pronta a osservare soprattutto i propri difetti.

A seconda dell’età cambia anche il difetto sotto accusa e così a 25 anni circa il 26% delle donne sono insoddisfatte del proprio naso, al punto tale da voler ricorrere alla chirurgia estetica, e del tipo di pelle (il 24%). Soddisfatte invece, almeno il 36%, delle proprie labbra. A 35 anni le cose cambiano, ma i difetti osservati si concentrano ancora sul volto: il 36% delle donne è insoddisfatta della propria pelle, soprattutto del contorno occhi e del naso mentre riescono ad apprezzare il proprio sguardo.

A 45 anni lo sguardo critico si concentra ancora una volta intorno alla regione periorbitale (40%) e al tipo di pelle (24%): è importante controllare il contorno occhi che tende a svelare maggiormente la propria età. Il 36% sarebbe pronta a ritoccare proprio quest’area. A 55 anni il difetto più rilevante è la linea della mandibola a causa dell’età e il 30% delle donne sarebbe pronta a modificarla per avere un aspetto più giovane.

OTTO DONNE SU DIECI IMPREPARATE ALLA PROVA BIKINI

Da quanto si evince dallo studio le donne restano sempre molto critiche con il proprio aspetto anche se nel corso degli anni tendono a “riappacificarsi” con i loro difetti imparando ad accettarli. Preoccupante il fatto che il modello di riferimento resta sempre la bellezza delle donne più giovani che induce alla volontà di ricorrere alla chirurgia estetica. Dalla ricerca è emerso che il 20% delle donne ricorre alla chirurgia estetica a causa di disordini psichiatrici e fra loro circa l’80% è depressa.

Tags:

Lascia una risposta