Facebook 125mila account improvvisamente disattivati

“Faccio parte delle 125.000 persone il cui account è stato disattivato nella notte tra il 29 e il 30 marzo SENZA ALCUN MOTIVO”.  Scrive un’utente del social network più famoso del mondo, Facebook, in segno della sua irritazione. 

E sono molti gli internauti che si sono visti chiudere improvvisamente i propri acoount, dalla fine dello scorso mese di marzo;  la più grande rete sociale on line avrebbe disattivato circa 125.000 iscrizioni di utenti. 

Numerosi, sono i reclami arrivati alle redazioni, tra le  quali, quelle dei mass media belga RTLinfo, che ha pubblicato la notizia questa mattina. 

Secondo molti utenti che si sono visti negare l’accesso su Facebook, non è stata fornita loro alcuna spiegazione. Quindi, gli stessi, non sono al corrente se ciò è dovuto ai casi di “violazione grave”, cui il Social Network ha tutto il diritto di agire in tale modo. 

Un esempio concreto del tipo d’infrazione è il “pubblicare una fotografia di una persona senza l’autorizzazione della stessa”. 

Casi di violazione gravi riguardano normalmente opinioni o immagini messe in linea a carattere razzista o pubblicazioni che incitano all’odio o alla violenza, o aventi carattere di minaccia o pornografico. 

Inoltre Facebook ribadisce che è vietato utilizzare la rete allo scopo di attività illecite, illegali e discriminatorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.