Finita l’era del monopolio SIAE

22 dicembre 2012 15:190 commenti

La fine di un ciclo, simile per molti a un regime. Il 21 dicembre è una data storica, non tanto per tutte le leggende sul possibile arrivo dei Maya. In Italia è stato firmato il decreto attuativo che dà di fatto lo start ad una nuova era: quella del mercato libero dei diritti d’autore. Da oggi in poi qualsiasi artista e qualsiasi autore, qualora lo desiderassero, potranno rivolgersi ad altre associazioni o ad altre società, e non per forza alla SIAE, per proteggere le proprie opere.

A ciò si aggiunge il fatto che la SIAE ora rischia di chiudere. La storica Società Italiana Autori ed Editori, ha un debito difficilmente risanabile. Si aggira intorno al miliardo di euro. Oltre al danno, dunque, la beffa. La SIAE, da qui a poco, potrebbe dichiarare bancarotta.


Gli artisti, dunque, sono finalmente liberi di scegliere. Un avvenimento. La data del 21 dicembre 2012, dunque, diventa storica per il nostro Paese. Ci sono voluti tantissimi anni prima che ciò accada. Prima, cioè, di consentire agli artisti di ottenere il diritto di decidere da quale ente, Società o Associazione, essere tutelati.

Naturalmente, le Società che faranno diretta concorrenza alla SIAE dovranno rispettare i vincoli imposti dall’articolo 2 del decreto. In altri termini toccherà loro essere aziende che intendono effettuare o già effettuano l’attività di gestione, amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi, a prescindere dalla specifica forma giuridica o dalla specifica modalità organizzativa presa in esame.

Il futuro è arrivato in ritardo.

 






Tags:

Lascia una risposta