Firefox ottiene un miliardo di dollari da Google

23 dicembre 2011 11:340 commentiDi:

Il gigante del web, Google, si sarebbe impegnato con la fondazione Mozilla a versarle almeno 300 milioni di dollari all’anno, in cambio del motore di ricerca di Google all’interno del browser Firefox. Le due parti si sono accordate su un contratto di tre anni.

Ormai gomito a gomito nell’ambito della navigazione  Internet, uno con Chrome, l’altro con Firefox, i due partner hanno rinnovato per ulteriori tre anni un contratto finanziario iniziato nel 2008, ormai in scadenza. In cambio di una sovvenzione annuale, il cui importo non è stato ancora esattamente precisato, Google resterà il motore di ricerca predominante di Firefox fino alla fine del 2013. 

Questo concordato, presentato come “vincitore/vincitore„ da parte di Mozilla è vitale per la fondazione. Nel 2010, i redditi ottenuti da Google hanno rappresentato l’84% del suo fatturato stimato in 123 milioni di dollari, il saldo è costituito da accordi simili con altri motori e da donazioni. “Rifletteremo su nuove fonti di reddito„, annuncia il presidente di Mozilla, Mitchell Baker, preoccupato da questa dipendenza. 

Secondo Google, questo partenariato lascia il motore di ricerca in prima linea per le “centinaia di milioni„ di utenti Firefox nel mondo. Se il browser Chrome ha recuperato, in base agli ultimi dati riportati da StatCounter (25,7% contro il 25,2% dell’altro), resta pur sempre preceduto da Internet Explorer (40,8%), che promuove i servizi di Microsoft, fra i quali il motore di ricerca Bing. 

Uscito alcune settimane prima della sottoscrizione dell’accordo triennale precedente, nel settembre 2008, Google Chrome ha, da allora, animato la concorrenza nei browser di Internet, portando una serie di innovazioni come la gestione separata della memoria e la barra degli indirizzi combinata con il campo di ricerca. 

Come contro, Firefox ha annunciato l’accelerazione dei suoi cicli di sviluppo, che sono passati dalla versione 4 dell’inizio dell’anno alla versione 9. Quest’ultima, sfociata martedì scorso, accelera in particolare le prestazioni del motore JavaScript e migliora l’integrazione con Mac.

Articolo correlato: Google Chrome batte Firefox 

Ultimo aggiornamento 23 dicembre 2011 ore12,34

Tags:

Lascia una risposta