Fondo di garanzia nuovi nati 2012, 2013 e 2014

7 settembre 2012 09:180 commenti

L’arrivo di un figlio in una famiglia è un lieto evento che però comporta nuove e maggiori spese. Per fornire un sostegno economico alle famiglie con bambini molto piccoli è stato quindi introdotto il cosiddetto fondo di garanzia nuovi nati, successivamente esteso alle nascite avvenute e a quelle che avverranno durante il 2012, il 2013 e il 2014.

Tale fondo, più nel dettaglio, consente alle famiglie che hanno uno o più figli nati negli anni sopra indicati di accedere ad un prestito bancario garantito dallo Stato. In altre parole, per i prestiti concessi dalle banche alle famiglie in possesso dei requisiti previsti, lo Stato fornisce una garanzia in caso di insolvenza che copre fino al 50% dell’ammontare del finanziamento (che sale fino al 75% nel caso in cui il reddito ISEE del richiedente sia inferiore a 15.000 euro), in modo tale da eliminare parte dei dubbi in merito alla solvibilità dei soggetti che richiedono il prestito e favorendo quindi l’accesso al credito da parte delle famiglie con bambini molto piccoli. Si può avere accesso al fondo anche nel caso in cui i figli siano stati adottati.


Va comunque precisato che, anche qualora la famiglia sia in possesso dei requisiti previsti per l’accesso al fondo, non è detto che il prestito venga concesso, dal momento che al riguardo la decisione spetta sempre alla banca dopo un’adeguata valutazione.

La domanda di accesso al fondo nuovi nati va presentata alla banca tramite compilazione e successiva consegna di un modulo di domanda da questa fornito. La richiesta può essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di nascita o di adozione del bambino. Ad esempio, per i bambini nati o adottati nel 2012, la domanda può essere presentata entro il 30 giugno 2013.

I finanziamenti ammissibili alla garanzia hanno un importo massimo per ciascun nuovo nato pari a 5.000 euro e devono essere restituiti in un periodo massimo di 5 anni.

 

 






Tags:

Lascia una risposta