Fuga dalle città verso la campagna?

27 novembre 2012 15:400 commentiDi:

Negli ultimi si sta verificando un fenomeno che è l’opposto di quello che è successo nei 50-60 anni precedenti. Stiamo parlando del fatto che molte persone abbandonano la città per andare a vivere in centri più piccoli e in campagna. I motivi di queste scelte sono i più disparati e riguardano la situazione e la condizione di ogni singola persona o gruppo familiare. In questo senso, non si tratta di un fenomeno di grosse dimensioni, ma comunque di un aspetto in controtendenza rispetto allo schema precedente che vedeva nelle città maggiori opportunità di lavoro e di realizzazione personale.
Oggi nelle città italiane più grandi le opportunità lavorative non sono più così affascinanti. E questo all’interno di un sistema che mantiene costi alti. Gli affitti a Roma o a Milano sono molto alti, così come il costo della vita in generale. le possibilità lavorative sono sempre minori e perlopiù si offre precariato.
C’è poi la questione della qualità della vita, che nei piccoli centri e in campagna è sicuramente migliore che nelle grandi città.


La classifica sulla qualità della vita nelle città italiane. È ancora differenza nord-sud

Aria buona, cibi più genuini e meno stress, con meno costi che sono più sopportabili anche a fronte di guadagni più bassi.






Tags:

Lascia una risposta