Home / approfondimenti / Gemelline scomparse. I cani non trovano nessuna traccia

Gemelline scomparse. I cani non trovano nessuna traccia

Delle gemelline scomparse dopo lunghe ore di ricerche i loro corpi restano ancora introvabili.

Dopo tre giorni di intensi lavori di scavo i risultati non hanno portato nulla di nuovo, ma la mamma di Alessia e Livia, che era presente sui luoghi di ricerca, ha tenuto a ringraziare tutte le forze che si stanno attivando così alacremente per ritrovare le sue bambine.

“Tutti i giorni al mio risveglio, osservo il sole e cerco di mantenere la speranza”, ha affermato, sabato, Irina Lucidi, la mamma delle gemelline scomparse, che si è recata a Morges, non lontano dalla zona lacustre, dove 11 cani per la ricerca cadaveri sono immersi nel loro lavoro, da giovedì, per setacciare scrupolosamente il terreno, luogo delle indagini. La mamma delle piccole ha dichiarato che sta “vivendo in un incubo dal difficile risveglio, un periodo colmo di  preoccupazione e attesa”.

Le ricerche sono concentrate sugli argini del lago del Boiron, come pure sulle zone circostanti, Tolochenaz e Saint-Prex.

In tutto, sono 154 le persone sulle tracce delle piccole Alessia e Livia, al fine di poter dare una svolta a questo caso che sta lasciando col fiato sospeso chiunque l’abbia seguito.

Le indagini, tuttavia, non hanno portato risultati probanti e nemmeno nuovi elementi all’inchiesta, che viene seguita anche in Francia e in Italia.

Prima che le ricerche si concludano, Irina Lucidi ha voluto ringraziare la polizia e la giustizia, elencando tutti i nomi dei vari responsabili. Un po’ come i titoli di coda di un film, strana sensazione.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *