Gli effetti della cannabis sull’organismo

11 agosto 2013 13:230 commentiDi:

cannabis

I principi attivi della cannabis possono trovare un uso terapeutico in molte patologie. In farmacologia vengono in genere sfruttati il suo potere analgesico, le sue proprietà miorilassanti – connesse con il rilassamento dei muscoli, recentemente impiegate anche per la cura degli spasmi muscolari dei pazienti affetti da sclerosi multipla – la capacità di stimolare l’ appetito e quella di bloccare l’ insorgenza della nausea in relazione  alle terapie chemioterapiche.

Toscana approva la legge per uso della marijuana a scopo terapeutico

L’ uso abituale dei cannabinoidi può invece provocare una serie di effetti fisici sull’ organismo dannosi per la salute. Questi variano da persona a persona sulla base del grado di vulnerabilità individuale. Ecco quali sono i principali.

Pericoli e danni della marijuana ignorati da chi ne fa uso

  1. Aumento della sensibilità sensoriale
  2. Alterazione della memoria, dell’ attenzione, della concentrazione e della coordinazione
  3. Aumento dell’ ansia
  4. Irritazione della congiuntiva
  5. Riduzione della pressione intra – oculare
  6. Secchezza del cavo orale
  7. Aumento della pressione sanguigna
  8. Aumento della frequenza cardiaca
  9. Aumento della diuresi
  10. Aumento degli enzimi epatici
  11. Ingrossamento del fegato
  12. Ingrossamento della milza
  13. Alterazione della funzionalità dei testicoli
  14. Alterazioni del ciclo ovulatorio.

Alcuni effetti dannosi per l’ organismo sono poi legati alle modalità di assunzione, come il fumo.

  1. Insorgenza di malattie broncopolmonari
  2. Occlusione delle arterie.

 

Tags:

Lascia una risposta