I possibili usi terapeutici della cannabis

17 agosto 2013 10:050 commentiDi:

sciopero farmacie

La cannabis in Italia, in farmacologia, è ancora una sostanza tabù. Arriva solo oggi infatti il primo farmaco derivato dal principio attivo, il Sativex, dedicato al trattamento degli spasmi muscolari di cui soffrono i malati di sclerosi multipla. Ma in genere il suo uso terapeutico, pur in presenza di una apposita legge in vigore dal 2007, non ha trovato ancora una adeguata applicazione.

In arrivo il farmaco derivato dalla cannabis contro la sclerosi multipla

Eppure sarebbero numerose le patologie che troverebbero altri metodi di cura grazie allo sdoganamento della cannabis per uso terapeutico. Ecco infatti una lista delle principali:


Gli effetti della cannabis sull’organismo

Possibili usi terapeutici della cannabis

  • Glioma
  • Glaucoma
  • Morbo di Alzheimer
  • Epilessia
  • Sclerosi multipla – solo recentemente autorizzato
  • Sclerosi laterale amiotrofica
  • Sindrome di Tourette
  • Fibromialgia
  • Apnea centrale notturna
  • Patologie cardiovascolari
  • Epatite C
  • Diabete
  • Malattie infiammatorie intestinali croniche  – Morbo di Crohn, colite ulcerosa
  • Incontinenza
  • Distonia
  • Osteoporosi
  • Artrite reumatoide
  • Infezioni di varia natura
  • Anoressia
  • Aids
  • Tumore

Il principio attivo della cannabis potrebbe inoltre essere usato per la produzione di farmaci in grado di stimolare l’ appetito e di ridurre il dolore in caso di anoressia e per ridurre lo stimolo del vomito e la sensazione di nausea durante la somministrazione di cure chemioterapiche.






Tags:

Lascia una risposta