Identificata Fenice, nuova culla delle stelle

17 agosto 2012 10:350 commenti

Si chiama Fenice ed è stata identificata come l’ammasso di galassie record, collocata a circa 5.7 miliardi di anni luce dalla Terra. E proprio al centro di Fenice si trova una regione in cui vengono generate continuamente nuove stelle, a un ritmo mai osservato fino a questo momento. Fenice è stato identificato attraverso dieci telescopi, fra i quali il telescopio spaziale Chandra della Nasa e il South Pole Telescope della National Science Foundation americana, ma la vera novità consiste nel fatto che custodisce caratteristiche praticamente uniche, mai riscontrate in alcun punto dello spazio. Definita “culla delle stelle”, la galassia Fenice ospita nella sua regione anche la più grande quantità di gas caldi mai osservate: gli astronomi rivelano che molte galassie che si trovano al centro di ammassi stellari, sono a riposo da miliardi di anni. La stessa cosa non può dirsi per Fenice che sembra aver ripreso a vivere dopo miliardi di anni. La dinamica della Fenice sembra anche contraddire anche le attuali teorie che vedrebbero nelle presenza di un buco nero al centro dell’ammasso la causa dell’impossibilità di formazione di nuove stelle.


Al centro di Fenice in pratica, ci sarebbe eccome un buco nero attivo (e di dimensioni gigantesche, se non addirittura il più grande mai osservato), ma al tempo stesso la sua presenza non impedirebbe l’ammasso continuo di gas caldi e dunque la nascita di nuove stelle. Fenice al momento dimostra una formazione stellare più grande 20 volte rispetto all’ammasso di Perseo, che fino a questo momento ha detenuto il primato. Tuttavia, secondo gli astronomi, si tratta di un fenomeno passeggero. Fenice non sarebbe in grado di sostenere ancora a lungo un ritmo di crescita del genere che potrà durare non più di qualche centinaia di milioni di anni.






Tags:

Lascia una risposta