Home / approfondimenti / Il raffreddore nei neonati. Quali sono i rimedi migliori?

Il raffreddore nei neonati. Quali sono i rimedi migliori?

I bambini sono i soggetti più esposti ai malanni di stagione. Febbri e raffreddori fanno parte degli incubi di qualunque genitore. Se si tratta di un neonato le apprensioni e le ansie aumentano ancora di più. Il sistema immunitario dei nostri piccoli è ancora in via di sviluppo per questo motivo i bambini sono quelli che più facilmente si ammalano. I sintomi del raffreddore li conosciamo tutti: naso tappato, mal di gola, mal di testa e aumento della lacrimazione. Se associamo questi malesseri al corpicino di un neonato di pochi mesi allora la storia cambia. Si perché il neonato non è in grado di soffiarsi il nasino, per cui il muco gli tappa il naso e gli impedisce di respirare correttamente. Inoltra la secrezione nasale tende ad irritare la sua cute delicata. E’ importante non trascurare questi raffreddori perché se il muco non viene eliminato si può andare incontro a sinusiti e otiti, insomma ad infezioni molto più gravi e serie. Fermo restando che se il neonato non guarisce nell’arco di un paio di giorni è sempre opportuno rivolgersi al proprio pediatra, dobbiamo ricordare che si tratta comunque di un semplice raffreddore e, se possibile, è preferibile non utilizzare farmaci e medicine. Infatti i pediatri consigliano sempre di non usare mucolitici per curare il raffreddore nei neonati perché contengono sostanze dannose alla loro salute. Vediamo allora un po’ di rimedi per dare un po’ di sollievo ai nostri piccoli bambini raffreddati. Anzitutto per liberare il loro nasino potete utilizzare degli spray naturali all’acqua termale. Oppure potete far respirare al bambino del vapore caldo. Ricordate che ambienti troppo caldi e troppo secchi non aiutano la guarigione. Occhio anche all’idratazione: acqua, camomilla, latte (specie quello materno, ricco di anticorpi) sono fondamentali. Per permettere al vostro bambino di riposare meglio, sollevategli la testa mentre dorme. Ad ogni modo se i sintomi persistono o, peggio, notate qualche peggioramento una chiamata al pediatra non può che essere la soluzione migliore.

Loading...