Home / approfondimenti / Il ricco, il povero e il maggiordomo: 3 curiosità sul film di Aldo, Giovanni e Giacomo

Il ricco, il povero e il maggiordomo: 3 curiosità sul film di Aldo, Giovanni e Giacomo

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano a sfidare i cinepanettoni al botteghino con Il ricco, il povero e il maggiordomo, in uscita nelle sale domani, giovedì 11 dicembre 2014. A distanza di quattro anni dal successo de «La banda dei Babbi Natale», che ha fatto incassare nel 2010 oltre 24 milioni (risultato discreto anche se decisamente inferiore campione dei botteghini «Chiedimi se sono felice»). Riuscirà la compattezza del trio che lavora insieme dal 1996 a battere la concorrenza?

I 10 CINEPANETTONI PIU’ RIUSCITI

Non sarà un’impresa facile. La prima curiosità riguarda infatti proprio il numero di film italiani in uscita: l’11 dicembre, insieme a Il ricco, il povero e il maggiordomo viene infatti lanciato «Ma tu di che segno 6?». Sempre per il cinema italiano seguiranno il 18 dicembre «Un natale stupefacente» con Lillo e Greg e «Il ragazzo invisibile» di Salvatores. L’ultima proposta su questo genere è quella firmata da Siani con «Si accettano miracoli», in uscita il 1 gennaio. L’elenco dei film natalizi in uscita sale a 12 se si considerano le pellicole straniere. Giacomo ha ammesso di temere i “Pinguini del Madagascar”. Seconda curiosità: come è nato il film e che cosa ha in più rispetto agli altri? I tre protagonisti sono certi che la loro forza sia proprio l’amicizia storica che li lega. Giacomo ha dichiarato: “Il nostro modo di fare film è sempre uguale. Ci ritroviamo, buttiamo giù idee e quando un’idea resiste a lungo vuol dire che pensiamo funzioni e lavoriamo su quella. È andata così anche in questo caso”. Veniamo quindi alla terza e ultima curiosità che riguarda la trama del film: Il ricco, il povero e il maggiordomo racconta la storia del tracollo finanziario di Giacomo, ricco broker senza scrupoli, che finirà per dover chiedere aiuto, insieme al suo inseparabile maggiordomo Giovanni, al venditore abusivo in un mercato milanese (Aldo).

Vi ha incuriosito? Aspettiamo le vostre recensioni sul film.

OGNI MALEDETTO NATALE: CRITICA

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *