Imu No Profit diventa legge

28 novembre 2012 20:110 commenti

Novità sull’Imposta Municipale Unica: la normativa del Tesoro sull’Imu inerente al settore delle attività no profit è diventata in maniera concreta una legge.

Ciò vuol dire che da oggi nessuno potrà più fare ricorso al Tar per contestarne la validita’.

Sarà possibile soltanto fare ricorso alla Consulta. A stabilirlo è l’emendamento dei relatori del ddl sui costi della politica. Emendamento presentato nelle scorse ore presso due commissioni:

Commissione Affari Costituzionali;

– Commissione Bilancio del Senato;

►L’Imu per le scuole paritarie

Il ddl sull’Imu no profit era stato presentato lo scorso 24 febbraio dal Governo. Riguardava ovviamente una serie di liberalizzazioni e di modifiche alle norme realative a Ici e Imu.


Il tema focale del ddl? il saldo Imu per Chiesa e Enti No profit.

Ora le cose stanno così. Chiesa e Aziende no profit pagheranno l’Imu proporzionalmente agli spazi dei propri locali impiegati per esercitare attività di tipo commerciale.

► Imu soft per la Chiesa

A partire dal prossimo anno, dunque dal 2013, si calcoleranno gli effetti fiscali.

Gli immobili di Chiesa e Enti No profit sono considerati esenti dal pagamento di Ici e Imu.

Quali immobili?

– quelli di enti non commerciali destinati soltanto allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative, sportive;

– gli degli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti; Per quanto riguarda gli immobili “misti” l’emendamento rinviava alle disposizioni contenute nella legge 286/2006 (articolo 2 commi 41, 42 e 44). In altre parole rinviava alle procedure di accatastamento degli immobili commerciali siti in particolari contesti.

 






Tags:

Lascia una risposta