Indagato per omicidio il detective che guida il caso Pistorius

21 febbraio 2013 13:290 commenti

Mentre Oscar Pistorius è in aula per conoscere il suo futuro, e capire dunque se gli sarà data la libertà condizionale o se dovrà rimanere ancora in carcere, una notizia incredibile ha sconvolto le normali sorti del processo.

Pare che una una fonte della polizia, nella persona del brigadiere Neville Malila, abbia improvvisamente pubblicato durante questa mattina alcune indiscrezioni pesanti sul conto del detective Hilton Botha, colui che finora ha condotto l’inchiesta relativa a Oscar Pistorius.

Botha, per la cronaca, è un agente che ha 24 anni di servizio nella polizia. Di questi, gli ultimi 16 li ha svolti come detective.


Oggi si scopre che a maggio Botha dovrà comparire davanti a un giudice per aver sparato, in compagnia di altri due ufficiali, contro un minivan con a bordo 7 persone che non si era fermato.

Correva l’anno 2009, e Hilton Botha era a caccia di un uomo accusato dell’omicidio di una donna, dopo aver fatto a pezzi il suo cadavere e aver nascosto i pezzi stessi in un tombino.

Le accuse erano state momentaneamente ritirate, ma sono tornate in superficie lo scorso 4 febbraio (senza però che sia stato fornito un chiaro motivo). Le accuse, contestualizzando l’accaduto, sono tornate in auge dunque dieci giorni prima dell’omicidio di Reeva Steenkamp, modella e fidanzata di Oscar Pistorius per mano, forse, dell’atleta stesso.

Non è dato ancora spaere se Botha rimarrà alla guida del caso, nè è chiaro come la notizia delle accuse che pendono su di lui possa influenzare la decisione sulla libertà provvisoria di Pistorius. Una cosa è certa: mercoledì sotto la veloce raffica di domande della difesa di Pistorius, l’impianto accusatorio erogato dalle prove raccolte dal detective si era pesantemente incrinato.






Tags:

Lascia una risposta