Israele allenta embargo a Gaza

striscia di gazaI ministri del Gabinetto di Sicurezza israeliano hanno approvato questa mattina un emendamento volto ad ammorbidire il blocco della Striscia di Gaza, al fine di consentire l’ingresso di “beni a uso civile” e di “materiali per progetti civili”, come più volte richiesto dalla comunità internazionale, nelle ultime settimane, dopo l’assalto dell’esercito israeliano alla flottiglia.

Il principale cambiamento apportato dalla politica israeliana verso il territorio governato da Hamas,  consiste nel sostituire l’attuale lista di prodotti che possono entrare a Gaza, con un’altra che elenca ciò che è proibito, permettendo così di importare qualcosa in più,  compresi tutti i tipi di alimenti. 

Israele ha quindi accettato il suggerimento dell’inviato speciale del Quartetto per il Medio Oriente, Tony Blair. 

“Si è convenuto di liberalizzare il sistema col quale le merci entrano nella Striscia di Gaza e di espandere la voce dei materiali utili per progetti civili, sotto il controllo internazionale “,  hanno spiegato fonti ufficiali, che non hanno però precisato quali siano i prodotti vietati.  

Una dichiarazione dell’Ufficio del Primo Ministro, ha  sottolineato che verrà mantenuto il divieto di ingresso di merci che possono essere utilizzate per scopi militari.  

Non è noto, se tra i prodotti che Israele permetterà di far entrare attraverso i valichi di confine, controllati dall’esercito israeliano,  ci sarà anche il cemento, al quale è stato posto il veto fino ad oggi. 

La scorsa settimana Israele ha iniziato a cedere alle pressioni internazionali,  aumentate dopo il 31 maggio, giorno dell’aggressione alla flotta umanitaria, avvenuta nelle acque internazionali, che aveva tentato di infrangere il blocco.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *